Tel: +39.090.6409598 - Fax: +39.090.6011825 - info@cesvmessina.it - Via Salita Cappuccini, 31 - 98121 - Messina

 

- AVVISO UTENTI -

VI INFORMIAMO CHE IL SITO UFFICIALE DEL CESV MESSINA SI E' TRASFERITO ALL'INDIRIZZO WWW.CESVMESSINA.ORG, BISOGNERA' QUINDI RECARSI A QUESTO INDIRIZZO, CLICCANDO QUI, PER SEGUIRE TUTTE LE NUOVE NOTIZIE.

IL SITO ALL'INDIRIZZO WWW.CESVMESSINA.IT RESTERA' INVECE FRUIBILE COME ARCHIVIO DI TUTTE LE NOTIZIE PRECEDENTI AL 2016.

Statuto Cesv Messina
PDF Stampa E-mail
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Statuto associazione CESV Messina

Approvato dall’assemblea straordinaria dei soci il 9 Marzo 2013

Art. 1 COSTITUZIONE

1. E' costituita con sede legale a Messina l’Associazione Centro Servizi per il Volontariato – Messina (CESV Messina).

2. Il CESV Messina è un'associazione non commerciale senza fini di lucro che si ispira a principi di carattere solidaristico e democratico e ha lo scopo di realizzare, direttamente o tramite terzi, ogni attività tesa a promuovere, sostenere e sviluppare le organizzazioni di volontariato.

3. La sua durata è stabilita a tempo indeterminato

Art. 2 FINALITA' E ATTIVITA'

1. L’Associazione CESV MESSINA garantisce pari condizioni di accesso a tutti alle iniziative e ai servizi prodotti, senza alcuna discriminazione.

2. Essa ha per oggetto principale ed essenziale il sostegno e la qualificazione dell’attività di volontariato. A tal fine eroga le proprie prestazioni sotto forma di servizi a favore delle organizzazioni di volontariato iscritte e non iscritte nei registri regionali ai sensi dell’art. 15 della legge n. 266/91

3. In particolare, fra l'altro:

a.            appronta strumenti e iniziative per la crescita della cultura della solidarietà, la promozione di nuove iniziative di volontariato e il rafforzamento di quelle esistenti;

b.            offre consulenza e assistenza qualificata nonché strumenti per la progettazione, l'avvio e la realizzazione di specifiche attività;

c.            assume iniziative di formazione e qualificazione nei confronti degli aderenti ad organizzazioni di volontariato;

d.            offre informazioni, notizie, documentazione e dati sulle attività e le organizzazioni di volontariato locale e nazionale e del terzo settore.

e) Le attività di cui ai precedenti punti possono essere rivolti anche ai propri soci con caratteristiche diverse dalle organizzazioni di volontariato, nonché di altri enti pubblici e privati mediante convenzioni o accordi.

4. Onde poter perseguire pienamente le finalità statutarie, l’Associazione potrà dotarsi di ogni struttura o strumento utile ed adeguato. Altresì, potrà attivare intese e rapporti di collaborazione con i Centri di Servizio per il Volontariato, con istituzioni, enti, associazioni, movimenti, fondazioni.

5. In via esclusivamente marginale, l’associazione potrà esercitare attività di natura commerciale al solo fine di finanziare l’attività istituzionale. In tal caso dovrà osservare le normative amministrative e tributarie vigenti.

Art. 3 – Sedi dell’Associazione

1. Con delibera del consiglio direttivo la sede legale potrà essere modificata, fermo restando la sede a Messina. Potranno essere istituite nuove sedi operative nel comune e nella provincia di Messina.

Art. 4 SOCI

1. Sono soci fondatori gli enti che hanno partecipato all’atto costitutivo e che sono in esso riportati.

2. In qualità di soci ordinari possono aderire al CESV MESSINA, tutte le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, le cooperative sociali e tutte quelle organizzazioni che prevedano espressamente nei loro statuti il perseguimento di finalità sociali e di promozione della cultura della solidarietà. La composizione della compagine sociale dovrà comunque prevedere la presenza delle organizzazioni di volontariato iscritte e non iscritte al registro regionale, non inferiore al 60% delle organizzazioni iscritte al libro soci.

3. La domanda di ammissione, a firma del legale rappresentante dell’associazione, deve contenere, tra l’altro, l’espressa dichiarazione di accettare le norme previste nel presente Statuto e nei regolamenti e di condividere le finalità di solidarietà sociale che sono proprie dell’associazione. Essa viene presentata al Consiglio direttivo, che delibera sulla richiesta entro 60 giorni dal ricevimento. Successivamente l’associazione ammessa all’associazione CESV Messina, verserà la quota sociale annualmente determinata dall’assemblea dei soci.   All’atto dell’ammissione il socio dovrà comunicare l’indirizzo di posta elettronica cui ricevere le comunicazioni inerenti la vita associativa.

4. La quota sociale è intrasmissibile, non è rivalutabile, né rimborsabile.

5. La qualità di socio si perde per:

a)            dimissioni presentate per iscritto al Consiglio direttivo

b)           inosservanza delle norme statutarie

c)            ritardato pagamento della quota associativa per due annualità consecutive

d)           assenza ingiustificata all’assemblea ordinaria per tre volte consecutive.

6. La disciplina del rapporto associativo si ispira ai principi di uniformità ed effettività.

7. La partecipazione di ciascun socio alla vita associativa non può essere temporanea e si ispira espressamente al principio del voto singolo di cui all’articolo 2532, secondo comma, del Codice Civile.

8. I soci sono tenuti ad osservare lo Statuto, i regolamenti, le delibere degli organi sociali.

9. I soci sono tenuti a comunicare, non oltre il 30 aprile di ciascun anno, ogni modifica intervenuta relativa a statuto, sede, recapiti ed indirizzo di posta elettronica certificata, forma giuridica, composizione organi sociali, iscrizione/cancellazione ad albi o registri previsti dalla normativa vigente e breve relazione sulle attività dell’associazione svolta nell’anno precedente.

Art. 5 ORGANI SOCIALI

Sono organi dell’associazione:

a) l'Assemblea dei soci;

b) il Consiglio direttivo;

c) il Presidente;

d) il Collegio dei sindaci revisori;

e) il Collegio dei probiviri.

Art. 6 ASSEMBLEA

1.L'Assemblea è organo sovrano dell’Associazione ed è composta dai soci fondatori e dai soci ordinari che hanno diritto di voto.

2. Ciascun socio potrà esprimere un solo voto. Il socio partecipa all’assemblea con il suo legale rappresentante o, in caso di suo impedimento:

             a mezzo di un socio dell’ associazione munito di delega

             a mezzo di altro socio dell’Associazione CESV Messina munito di delega

La delega deve essere conferita per iscritto.

A ciascuna persona fisica non potranno essere conferite complessivamente più di tre deleghe.

3. L'Assemblea è presieduta dal Presidente che la convoca almeno una volta l'anno e ogni qualvolta lo ritenga necessario il Consiglio direttivo.

4. La convocazione dell'Assemblea può essere richiesta, per iscritto, con la indicazione dell’ordine del giorno, da almeno un quinto dei soci arrotondato per eccesso; in tal caso il Presidente provvede alla convocazione dell'Assemblea che si deve tenere entro trenta giorni dalla richiesta

5. L'Assemblea può essere costituita in forma ordinaria e straordinaria.

6. L'Assemblea ordinaria è regolarmente costituita con la presenza di almeno un quarto arrotondato per eccesso dei soci. L’assemblea straordinaria è regolarmente costituita con la presenza di almeno un terzo arrotondato per eccesso dei soci ad eccezione di quanto previsto nel caso di scioglimento dell’associazione.

7. L'Assemblea delibera a maggioranza dei presenti, con voto palese, fatta eccezione per le questioni relative alle persone. Nelle votazioni palesi in caso di parità di voti prevale il voto del Presidente.

8. L'Assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:

a)            discutere ed approvare il bilancio preventivo e consuntivo;

b)           definire il programma generale annuale di attività dell’Associazione CESV MESSINA;

c) determinare il numero dei componenti il Consiglio direttivo, con deliberazione assunta nell'assemblea dei soci che precede quella elettiva;

d) nominare i componenti della commissione verifica poteri / commissione elettorale;

e) nominare i componenti del consiglio direttivo con le modalità previste nel regolamento di funzionamento degli organi sociali;

f) nominare i componenti del Collegio dei Sindaci revisori con le modalità previste nel regolamento di funzionamento degli organi sociali;

g) eleggere il collegio dei probiviri con le modalità previste nel regolamento di funzionamento degli organi sociali;

h) approvare le proposte di regolamenti interni, predisposte dal Consiglio direttivo

i)             determinare la quota sociale annuale e di iscrizione.

9. L'Assemblea straordinaria delibera sulle seguenti questioni:

a)            modifica dello Statuto;

b)           scioglimento dell’Associazione CESV Messina, devoluzione del patrimonio e delle attività residuate ad eccezione di quanto previsto all’art. 16, comma 3), nomina degli eventuali liquidatori determinandone il numero, e criteri della liquidazione.

10.L’assemblea ordinaria e straordinaria è convocata dal Presidente mediante lettera raccomandata inviata alla sede legale, recapitata anche a mano con posta elettronica certificata o con qualsiasi altro mezzo che consenta il riscontro della ricezione, almeno dieci giorni prima della data della seduta ed almeno trenta giorni prima in caso di assemblea elettiva. In casi di urgenza il termine di preavviso può essere ridotto a cinque giorni .

11. L'avviso di convocazione dovrà indicare la data, l'ora, il luogo della riunione e l'ordine del giorno. L’avviso di convocazione è comunque affisso nella sede legale e nelle eventuali sedi operative territoriali, con le medesime scadenze temporali.

12. Le modalità di funzionamento dell’assemblea dei soci, i poteri e le funzioni della commissione verifica poteri / commissione elettorale, le modalità di funzionamento dell’assemblea elettiva, i termini e le modalità per la designazione delle candidature e lo svolgimento delle elezioni per il rinnovo degli organi sociali sono disciplinati dal regolamento di funzionamento degli organi sociali.

Art. 7 CONSIGLIO DIRETTIVO

1.            Il Consiglio direttivo è composto da un numero dispari di membri non inferiore a cinque e non superiore a 11, di cui: 1 nominato dal Comitato di gestione dei fondi speciali, secondo quanto disposto dall' Art. 2 secondo comma lettera d) del Decreto Ministeriale 8 ottobre 1997, ed i rimanenti eletti dall’Assemblea dei soci. Il Consiglio direttivo dura in carica tre anni. I componenti del consiglio direttivo possono essere eletti per non più di due mandati consecutivi.

2. Il consiglio direttivo è composto per non meno di un terzo arrotondato per difetto dei suoi componenti, fra quelli eletti dall’assemblea, da rappresentanti di associazioni socie aventi sede legale nel territorio della provincia di Messina, e/o il capoluogo. Tra i componenti del consiglio direttivo potrà essere eletto un solo rappresentante tra i soci diversi dalle organizzazioni di volontariato.

3.            I membri del Consiglio direttivo, ad eccezione di quello nominato dal Comitato di Gestione dei fondi speciali, sono eletti dall’assemblea dei soci secondo le modalità di designazione e di elezione stabilite nel regolamento di funzionamento degli organi sociali.

4.            Il Consiglio è convocato dal Presidente che lo presiede. Si riunisce ogni qual volta il Presidente o un terzo dei suoi membri lo ritengano necessario.

5.            Il Consiglio è validamente costituito in prima convocazione, quando è presente almeno la metà più uno dei suoi membri ed in seconda convocazione quando è presente almeno un terzo dei suoi membri, e delibera a maggioranza dei presenti. In caso di parità il voto del presidente vale doppio.

6.            Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione del CE.S.V. – MESSINA e di conseguenza, onde realizzare il programma di attività, pone in essere ogni atto esecutivo necessario.

7.            Il Consiglio direttivo per adempiere alle sue funzioni può avvalersi dell'opera di esperti consulenti che possono partecipare alle sue sedute senza diritto di voto.

8. Il Consiglio direttivo:

a)            attua tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione esclusi quelli espressamente riservati all’assemblea dei soci dal presente statuto;

b) elegge tra i suoi membri il Presidente e due vicepresidenti di cui uno vicario;

c)            nomina il Direttore;

d)           nomina il comitato scientifico;

e)           determina le sedi operative del CESV MESSINA;

f)            propone all'Assemblea i regolamenti interni ;

g)            predispone, per l'Assemblea dei soci, su proposta del Direttore: il programma annuale di attività;

h)           decide, sentito il Direttore, su assunzione e licenziamento del personale dipendente, avvio e interruzione di rapporti di collaborazione e consulenza;

i)             redige, su proposta del Direttore, il bilancio preventivo e consuntivo e li sottopone all'approvazione dell'Assemblea;

j)             delibera sulle richieste di ammissione dei nuovi soci;

k)            ratifica o respinge i provvedimenti d'urgenza adottati dal Presidente;

l) delibera la decadenza o l’esclusione dei soci, previo parere del collegio dei probiviri.

9. I componenti del Consiglio direttivo non ricevono alcun emolumento o remunerazione, ma solo un rimborso delle spese sostenute in dipendenza della loro carica.

10. La qualità di componente del consiglio direttivo si perde per:

a)            dimissioni;

b)           decadenza in caso di assenza, senza giustificato motivo o legittimo impedimento, per tre sedute consecutive ed in caso di perdita del requisito di socio dell’organizzazione aderente al CESV Messina che ha consentito la sua elezione da parte dell’Assemblea;

c) espulsione- per comprovati atti e/o attività in contrasto con i fini associativi, deliberata dall’assemblea dei soci.

11. In caso di dimissioni, di un componente del consiglio direttivo, le stesse, devono essere presentate per iscritto e produrranno effetti dopo la ratifica del Consiglio Direttivo, che dovrà riunirsi entro dieci giorni dal ricevimento della comunicazione. In caso di perdita, per dimissioni o altre cause, di un numero di consiglieri inferiore alla metà dei suoi componenti eletti, il Consiglio Direttivo sarà reintegrato, tramite nuove elezioni, che si terranno in occasione dello svolgimento della prima Assemblea ordinaria immediatamente successiva. In caso di perdita, per dimissioni o altre cause, di un numero di consiglieri pari o superiore alla metà dei suoi componenti eletti, il Consiglio Direttivo dovrà considerarsi decaduto. In tal caso resterà in carica solo per lo svolgimento dell’ordinaria amministrazione e convocherà l’Assemblea , da tenersi entro il termine massimo di trenta (trenta) giorni dalla decadenza. Il Consiglio direttivo resterà in carica fino alla scadenza naturale del mandato del consiglio decaduto.

12. La decadenza o l’espulsione vanno notificati all’interessato mediante raccomandata con avviso di ricevimento.

13. Il componente del consiglio direttivo in caso di decadenza dalla sua qualità o di espulsione, potrà proporre ricorso al collegio dei probiviri entro 10 giorni dalla comunicazione della delibera di decadenza o espulsione.

Art. 8 PRESIDENTE

1.            Il Presidente è il legale rappresentante dell’Associazione CE.S.V. – MESSINA. E’ eletto dal Consiglio direttivo tra i suo membri.

2. Convoca e presiede le riunioni dell'Assemblea e del Consiglio direttivo. Può adottare provvedimenti d'urgenza sottoponendoli entro 15 gg. alla ratifica del Consiglio direttivo.

3. Il Presidente può delegare in via permanente o transitoria, parte dei propri compiti e poteri al vice Presidente vicario nonché all’altro vicepresidente o ad altri componenti il consiglio direttivo.

4. Il mandato del Presidente e del Vice Presidente coincide temporalmente con quello del Consiglio.

5. In caso di dimissioni od impedimento ad esercitare le sue funzioni, le stesse saranno esercitate dal vice presidente vicario.

6. Il presidente svolge la sua attività a titolo gratuito. Allo stesso possono essere rimborsate solo le spese effettivamente sostenute per la sua attività

Art. 9 COLLEGIO DEI SINDACI REVISORI

1. Il Collegio dei Sindaci Revisori è organo di controllo amministrativo, rimane in carica tre anni ed è formato da tre componenti effettivi e da due supplenti. Esso effettua il controllo contabile a norma del terzo comma dell’art. 2409-bis del Codice Civile e vigila sull’osservanza dello statuto, della legge, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull’adeguatezza dell’assetto gestionale, organizzativo, amministrativo e contabile adottato e sul suo concreto funzionamento.

2. Tra i componenti effettivi deve essere compreso il membro nominato dal Comitato di gestione dei fondi, secondo quanto disposto Art. 2 secondo comma lettera d) del Decreto Ministeriale 8 ottobre 1997.

3. I membri effettivi eleggono nel loro seno il Presidente.

4 Il Collegio ha il compito di:

a) esprimere pareri di legittimità in atti di natura amministrativa e patrimoniale;

b) controllare l'andamento amministrativo del CESV MESSINA, la regolare tenuta della contabilità, la corrispondenza dei bilanci alle scritture.

5. Il Collegio partecipa alle sedute del Consiglio direttivo e alle sedute dell’assemblea dei soci.

6. Esso presenta ogni anno all'Assemblea una relazione scritta allegata al bilancio consuntivo.

7. La carica di sindaco revisore è incompatibile con qualsiasi altra carica all'interno dell’ Associazione.

Art. 10 COLLEGIO DEI PROBIVIRI

1.            Il Collegio dei Probiviri è costituito da tre componenti effettivi e da due supplenti scelti tra persone dotate della necessaria competenza ed eletti dall’assemblea dei soci.

2.            Il collegio dei probiviri dura in carica tre anni. Il suoi componenti svolgono il loro incarico a titolo gratuito. Agli stessi possono essere rimborsate le spese effettivamente sostenute in dipendenza del loro incarico

3.            Il Collegio dei Probiviri, che elegge al proprio interno il Presidente, svolge le funzioni giurisdizionali di unico grado in ordine a tutte le controversie che dovessero insorgere tra gli associati e l’associazione e decide altresì negli altri casi indicati dal presente statuto.

4.            La carica di componente il Collegio dei Probiviri è incompatibile con qualunque altra carica o funzione nell’ambito degli organi ed organismi CESV Messina.

Art. 11 COMITATO SCIENTIFICO

1. Il Comitato scientifico è strumento tecnico - consultivo dell’Associazione, nominato dal Consiglio direttivo che individua i suoi componenti tra gli esperti e gli studiosi del volontariato e dei campi e delle metodologie di intervento oggetto dell'attività del CESV Messina.

2. Il Comitato scientifico non potrà essere composto da un numero superiore a 10 componenti.

3. Il funzionamento del Comitato scientifico è disciplinato da apposito regolamento approvato dall’assemblea dei soci.

Art. 12 DIRETTORE

1. Il Direttore partecipa senza diritto di voto alle sedute dell'Assemblea e del Consiglio direttivo, elabora e propone al Consiglio direttivo il programma annuale di attività, bilancio preventivo e consuntivo. Ha la responsabilità del personale dipendente e dei collaboratori; pone in essere tutti gli atti esecutivi necessari alla realizzazione delle delibere dell'Assemblea dei soci e del Consiglio direttivo.

2. Il direttore può essere delegato a rappresentare il CESV MESSINA nei rapporti economici e finanziari, nei confronti dei terzi e dei soci nonché del personale dipendente del CESV MESSINA.

Art. 13 COORDINAMENTI LOCALI DI COMUNITÀ

1. Il CESV MESSINA promuove e favorisce la costituzione dei Coordinamenti locali di comunità, composti dalle organizzazioni di volontariato iscritte e non iscritte al registro regionale ed operanti nei territori di riferimento, dalle organizzazioni socie del CESV Messina e da tutti i soggetti non lucrativi del terzo settore

2. I coordinamenti locali di comunità rappresentano un modalità operativa di funzionamento del CESV Messina nel territorio della provincia di Messina, svolgendo una funzione di partecipazione, coinvolgimento e di co-progettazione a livello locale

3. Ciascun coordinamento locale di comunità individua un soggetto capofila che ha il compito in collaborazione con tutte le altre associazioni di garantire il funzionamento delle sedi territoriali e la partecipazione più ampia del volontariato

4. La costituzione e la gestione dei Coordinamenti locali di comunità è rimandata ad apposito regolamento. Essi sono costituiti preferibilmente, in corrispondenza dei distretti socio sanitari della provincia di Messina.

Art. 14 BILANCIO

1.            L'esercizio sociale ha inizio il 1 gennaio e si chiude il 31 dicembre di ogni anno, annualmente l’Associazione CESV MESSINA deve redigere ed approvare i bilanci preventivo e consuntivo entro il 30 aprile dell’anno successivo. I bilanci devono tenere distinte le poste contabili relative all’attività ed al patrimonio derivanti dall’utilizzo dei fondi ex Legge 266/91 da quelli derivanti dalle altre entrate.

2. Il patrimonio del CESV MESSINA è costituito da:

a)            beni mobili ed immobili di proprietà della stessa;

b)           le eccedenze degli esercizi annuali;

c)            erogazioni, donazioni e lasciti da singoli, da enti pubblici e privati e da vari organismi.

3. Le fonti di finanziamento del CESV MESSINA sono:

             le quote associative versate dai soci

             i proventi derivanti dalla gestione diretta di attività, servizi, iniziative e progetti;

             i contributi pubblici e dei privati;

             la gestione economica del patrimonio;

             i fondi speciali presso le Regioni di cui alla L. 266/91 art. 15 e del Decreto Ministeriale 8 ottobre 1997.

4. E’ fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

5. L’Associazione è obbligata ad impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle a esse direttamente connesse.

Art. 15 MODIFICHE DELLO STATUTO

1. Modifiche dello Statuto possono essere proposte dal Consiglio direttivo e dalle singole organizzazioni socie, all'Assemblea che si riunisce in forma straordinaria validamente costituita.

2. Le deliberazioni vengono adottate a maggioranza dei presenti.

Art. 16 SCIOGLIMENTO DELL'ASSOCIAZIONE

1. Lo scioglimento del CESV MESSINA viene deciso dall'Assemblea straordinaria. Per la sua validità si richiede la presenza di almeno due terzi dei soci con arrotondamento per eccesso e delibera all’unanimità.

2. In caso di scioglimento, le attività ed il patrimonio del CESV Messina, dedotte le passività, sarà devoluto ad associazioni con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità.

3. I beni acquistati con le risorse provenienti dal fondo regionale per il volontariato saranno devoluti al nuovo ente gestore della funzione di Centro di servizi per il volontariato in caso di revoca da parte del comitato di gestione dei fondi.

Art. 17 NORMA FINALE

1. Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto valgono le norme del Codice Civile e, per quanto applicabili, le vigenti disposizioni legislative in materia.

 

Statuto (PDF)

 
 

TRANSLATE THE SITE

EnglishItalianSpanishFrenchGermanGreekUkrainian

CERCA SUL SITO

AIUTI DIVERSAMENTE ABILI

zoom mouseweb

SEGUICI SU FACEBOOK

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, consultate la nostra informativa sulla privacy.

Accetti i cookie da questo sito?